Archivio dell'autore: lelemastroleo

Informazioni su lelemastroleo

...salentino e poco altro...

…può bastare…

…la signora ha più di ottant’anni e i capelli corti, la incontro all’uscio con quel solito sorriso che le piega il collo e le contrae il viso sino a formare una ruga sul labbro destro. “Sei arrivato adesso?”, mi domanda. … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

…barbie gonfiabile…

…io me la ricordo mia figlia quando aveva 4 anni che le cadde la Barbie nella vasca da bagno piena d’acqua e noi a tranquillizarla: “È solo un bambolotto non ti preoccupare non affoga mica.”. Ecco, fate come mia figlia, … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

…marenostro…

Marenostro ascolta ti prego questa notte porta pazienza c’è una barca in mezzo alle onde è una barca che porta speranza Non ha vela e non ha motore non c’è porto e non c’è faro ma son tanti lì sopra … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

…il filo di Marianna…

…sono il minotauro che ha perso il filo, l’attore di terza fila che dimentica la battuta, il tendone scolorito del circo senza acrobati, l’orchestra stonata alla festa del paese, piango lacrime di altri che non conosco, cucino ali di aquiloni … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

…dignitosa…

…sto qui vicino al letto di mia madre ed aspetto. Non so cosa, ma aspetto. Giro la testa ogni tanto, forse mi nascondo, forse solo per guardare fuori dalla finestra. Il cielo è limpido stamattina, si sente sul vetro un … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

…restiamo umani…

…sono sempre più convinto che se ci togliessimo dalle palle tutte le religioni, con le loro scuse, le illusioni, le speranze del cazzo, si potrebbe vivere in un mondo più giusto e più sereno…

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

…aspetto…

…il fumo sale dritto tra le tende di cotone e la luna affacciata sul terrazzo di fronte, come l’aquilone che mi portava a spasso sulla strada dietro la scuola, nei pomeriggi di poco inverno fin sopra le luci dei lampioni, … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento