…l’odore dei cardi…(a Neobar)

…l’odore è quello sacro del cardo

arso da un sole devoto e anziano,

il sapore del seno di una madre

umido di sale e terra rossa,

sapido di misticanza e finocchio,

che chiude gli occhi alla fame

dei miei ricordi e sale sulla selva

a rimescolare la rena di un inverno,

che scambia il sangue lucido delle vene

in una notte di rossi primitivi,

per mettere a tacere quel filare,

quel frizzo di  rondine calante,

quello strisciare di lucertola monca,

che non prenderà mai il vento…

Annunci

Informazioni su lelemastroleo

...salentino e poco altro...
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a …l’odore dei cardi…(a Neobar)

  1. Abele Longo ha detto:

    Grazie, Lele, salentino e tant’altro. Potente e struggente, tocca tutte le nostre corde. Un abbraccio e buon primo maggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...