…febbraio 1981…

…sono ancora pensieri che scordo, come un punto alla fine di un rigo,
la maglia sulle spalle perché cambia il tempo,
un dolore che ormai non importa, lacrima che scivola sulla faccia,
quella vecchia sala da pranzo di mia madre di tanti pomeriggi,
e quella voce bassa, ferita da una sigaretta storta, sulla bocca;
un accenno di quella musica da una cassetta girata a matita,
di una Parigi ormai lontana, con ancora l’idea di tendere la mano,
quella carezza ferma sulle dita, intorno alla bellezza del fiore
che battezzavo con il tuo stesso nome.
Sono ancora pensieri che scordo, come quel salento che saluti in fretta,
per tornare a casa, senza mai sapere cosa tornare,
senza sapere cosa mettere nelle borse che non porti più.
Dove ho messo quel bimbo e che faccia farebbe adesso, in questa piccola notte di piccoli accenti?…

Annunci

Informazioni su lelemastroleo

...salentino e poco altro...
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...