…vado…

…vado, metto il cappello in testa, tiro su il bavero della giacca,
prendo anche l’ombrello che non si sa mai e vado nel sogno.
Laggiù mi aspetta Luca dal sorriso da bambino, con il drago cazzone stampato su una maglietta rossa, con il suo bicchiere di negramaro e gassosa tra le dita; sul viale della stazione seduta su una panchina di marmo e legno nero mi attende Rosa la pazza, con i suoi calzini bianchi e la Muratti perennemente stretta tra i denti e le pacche sulla mia spalla al grido di:” Lele, tu sì che hai visto un bel mondo”, quei caffè bevuti in fretta e quella birra fresca dopo ogni sigaretta, quel viso di donna antica su un corpo esile, strafatto dall’eroina e da un posto dove tutto sta fermo, anche il vento, anche il dolore. Ritroverò Gianni con il suo berretto calato sugli occhi miopi e quel sigaro toscano che danzava da una mano all’altra, una fracci di brace e fumo, con le sue frasi anarchiche e le sue orrende poesie fatte con angoli e sospiri, la sua mamma che urla dalla finestra per la cena malconsumata e poi Gino e la sua panza da suonatore di tromba, con le sue notti da ciclista e la vasca dei pesci rossi di briciole e salsa tartara. Stasera saremo di nuovo tutti assieme a scolare una scatola intera di roba dolce. Vado, sistemo la camicia dentro i pantaloni e vado nel sogno. Potete venire anche voi, fate la fila ordinati e prendete il biglietto…

Annunci

Informazioni su lelemastroleo

...salentino e poco altro...
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...