…il Tempo…

…portami sull’isola madre, ora che il tempo non mi appartiene più, tienimi le mani e le braccia per un momento, poi accendi con tutti i colori la selva del vecchio aedo, dipingi il sentiero sulla macchia più scura tra gli ulivi e gli sterpi, fai scorrere la linfa sulle parole, raccontami gli sguardi e i sorrisi di quelli che son stati tra le tue braccia, parlami di quelli che non ho mai visto, di quelli che non ricordo. Fammi dire…portami nel sogno più sincero dei miei figli, dimmi dove nascondi gli arcobaleni, dove appoggi la sera il cappello dei loro ricordi, parlami di un padre paziente e del suo lavoro di pietra e sudore, svelami il posto dove nascondeva le lacrime e i suoi baci, spiegami la strada per assomigliargli, accompagna i passi ai suoi passi, fammi correre questa notte, fammi scordare. Dimmi che fare. Dalla collina dietro la finestra ritornano solo luci fioche di vecchie case. (E tra il dire e il fare, questa notte scelgo il mare)… 

 
Francesco Guccini – Canzone delle domande consuete
Annunci

Informazioni su lelemastroleo

...salentino e poco altro...
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...