…figlio…

…figlio, tutte le volte che avrai bisogno di me ed io non ci sarò, tutte le notti che sarò via e tu avrai paura di camminare, rivolgi lo sguardo verso la torre di vedetta di Sant’Emiliano, lì dove la luna gioca a scansare il mare, dove la terra rossa tra i mattoni riflette ogni tuo passo. Proprio lì mi ritroverai. Se ti fermi un attimo tra quelle pietre, in silenzio, a guardare l’orizzonte con tutte le sue sfumature di verde e di celeste, a sentire il profumo intenso dei muscari e dei cardi, dei capolini viola o del verbasco tenace, se ti fermi un attimo su quella terra aspra ma odorosa, su quella collina a strapiombo nei sogni, puoi sentire la musica che intonano le piccole cose, il canto che fa eco alle cose semplici e non avrai più paura di camminare…

Annunci

Informazioni su lelemastroleo

...salentino e poco altro...
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a …figlio…

  1. Non so cosa dire.. è talmente chiara che splende .. Scopiazzando: “come un diamante in mezzo al cuore”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...